tifosi Verona
Claudio Martinelli/LaPresse

Il Verona è pronto a collaborare con la Procura in merito ai cori razzisti rivolti a Balotelli: pronta l’identificazione dei colpevoli e il daspo a vita per il capo ultrà Luca Castellini

Il caso Balotelli tiene ancora banco nelle cronache sportive italiane. I cori razzisti rivolti al giocatore in Verona-Brescia hanno riportato sotto i riflettori la piaga del razzismo nel calcio italiano, con l’aggravante delle dichiarazioni del capo ultrà del Verona, Luca Castellini, che il giorno successivo all’episodio ha sottolineato come Balotelli sia un neGro e non possa mai essere completamente italiano. Il Verona ha deciso di dare un segnale forte, dando la propria disponibilità a collaborare con la Questura di Verona per individuare i tifosi autori dei buu razzisti ed ha inoltre espresso, secondo la ‘Rosea’, la volontà di bandire a vita dal Bentegodi il capo ultrà neofascista Luca Castellini.

Leggi anche >>> Caso Balotelli: il calcio italiano è razzista, basta far finta di niente. Il modello NBA la soluzione ad un problema imbarazzante