pista lunga

In Bielorussia, nella prima giornata della tappa d’esordio stagionale del circuito internazionale, il pattinatore veneto delle Fiamme Gialle sfiora la top five. Domani il via alla Coppa del Mondo Junior

Una buona Italia quella scesa in pista a Minsk nella giornata inaugurale della prima tappa stagionale di Coppa del Mondo di scena in Bielorussia. Aspettando le Mass Start in programma domani e domenica la Nazionale del d.t. Maurizio Marchetto si è infatti messa in mostra soprattutto grazie a Davide Ghiotto (Fiamme Gialle), bravo a centrare la sesta posizione sui 5000 metri con il tempo di 6’25″021 nella gara in cui Andrea Giovannini (Fiamme Gialle) è terminato decimo° in 6’26″389. Tempi non lontani da quelli fatti registrare nella stessa distanza dagli altri due azzurri impegnati in division B: 6’25″919 con quinta posizione per Michele Malfatti (S.C. Pergine) e settimo Nicola Tumolero (Fiamme Oro) in 6’27″796. Tra le donne tredicesima piazza per Francesca Lollobrigida (Aeronautica Militare) nei 3000 metri con il crono di 4’11″877 mentre Noemi Bonazza (Fiamme Oro), in division B, ha fermato il tempo dopo 4’12″221 guadagnandosi il quinto posto.

E domani prende il via anche la stagione di Coppa del Mondo Junior e Neo Senior con l’Italia degli allenatori Enrico Fabris e Matteo Rigoni impegnata a Bjugn, in Norvegia, nella prima tappa del circuito internazionale. Questi i convocati: Federica Maffei (Carabinieri), Laura Peveri (Fiamme Oro), Serena Pergher (Sporting Club Pergine), Francesco Betti (Fiamme Oro), Gabriele Galli (Cardano Skating), Mattia Peghini (Circolo Pattinatori Pinè), Nicky Rosanelli (Sporting Club Pergine), Jeffrey Rosanelli (Sporting Club Pergine) e Matteo Ambrosini (Sportivi Ghiaccio Roana). Una squadra ambiziosa con Peveri, Maffei, Rosanelli e Betti (quest’ultimo aggregato solo per questo appuntamento così come Galli) i punti di riferimento. “Qui e nella prossima tappa junior l’obiettivo è riconfermare quanto di buono fatto la scorsa stagione con Peveri nella Mass Start, migliorare le già buone prestazioni di Nicky Rosanelli e Maffei così come dare stimoli ed esperienza ai nuovi giocani Ambrosini, Pergher e Peghini alla prima convocazione in Coppa del Mondo – le parole di Enrico Fabris -. E siccome saranno gare valide per la qualificazione alle Olimpiadi Giovanili lotteremo anche per cercare di guadagnare qualche spot in più. Per i più forti la programmazione è stata fatta per arrivare al meglio ai Mondiali junior di febbraio e dunque queste sono anche tappe intermedie verso l’obiettivo. Penso infine che Betti, Jeffrey Rosanelli e Galli, i tre neo senior convocati, possano fare molto bene“.