bettiol

Bettiol pronto per una nuova stagione ricca di spettacolo: le parole del ciclista della EF-Education First alla premiazione del Gonfalone d’argento

Giornata speciale oggi per Alberto Bettiol: il ciclista italiano ha ricevuto il Gonfalone d’argento a Firenze per aver brillato al Giro delle Fiandre 2019. A margine dell’evento, il ciclista italiano ha avuto modo di trattare diversi argomenti importanti, primo tra tutti la netta distinzione tra uomo e donna nello sport in generale ed in particolare nel ciclismo: “purtroppo, in generale, il mondo femminile è sempre penalizzato, non solo nel ciclismo ma un po’ in tutti gli sport. La differenza dei premi in denaro fra uomini e donne è ancora vergognosa. Spero che in un futuro l’Uci si svegli e guardi anche al movimento femminile che nel ciclismo è sempre più presente. Ormai è normale che nelle corse più importanti ci siano le gare sia a livello maschile che femminile. E siccome dal punto di vista di fatica e impegno si fanno gli stessi sacrifici, nel caso della donna anche di più perchè magari diventa mamma e deve fermarsi, bisogna adeguarsi“.

alberto bettiolNon poteva poi mancare uno sguardo al futuro: “la stagione è finita ma è anche già ricominciata perchè da poche settimane ho ripreso gli allenamenti. Mi sono fermato solo nel mese di ottobre, i programmi per il mio 2020 ancora non sono stati fatti però a grandi linee debutteò’ a febbraio e a marzo mi vedrete sulle Strade bianche, alla Tirreno-Adriatico e alla Milano-Sanremo. In seguito mi sposterò in Belgio per cercare di difendere il titolo del Giro delle Fiandre e poi chissà magari il Giro d’Italia. Spero di farlo però non dipende da me, ancora non sono stati fatti i programmi della squadra“.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE