roberto mancini
Fabio Ferrari/LaPresse

Mancini ha le idee chiare: il parere del ct azzurro sui casi Cristiano Ronaldo e Balotelli

La Serie A si ferma per dare spazio alle Nazionali. Gli azzurri sono in ritiro a Coverciano in vista delle ultime due partite di qualificazione all’Europeo del 2020, contro la Bosnia Erzegovina e contro l’Armenia. Alla vigilia del due incontri, il ct azzurro Mancini ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa.

roberto mancini
Massimo Paolone/LaPresse

Impossibile non parlare di quanto accaduto ieri durante Juventus Milan. Mancini ha infatti commentanto la reazione di Ronaldo alla sostituzione di Sarri: “la protesta di Cristiano Ronaldo per la sostituzione? Ho solo letto, non so se corrisponde a realtà. Io credo che il calciatore debba sempre avere rispetto per l’allenatore e per i compagni di squadra, poi è chiaro che qualche volta, portati dalla foga della partita, si possa avere un comportamento non in linea. Può capitare, ma penso che chi ha reazioni così sa di aver sbagliato e chiederà scusa“.

roberto mancini
Massimo Paolone/LaPresse

Dopo gli episodi di domenica scorsa durante Verona-Brescia non poteva mancare un commento su Balotelli e sulle insistenti voci di convocarlo in azzurro per dare una risposta al razzismo: “io voglio bene a Mario, l’ho fatto giocare da ragazzino, quando aveva l’età per fare molto. L’idea del presidente Gravina è giusta e normale, ma è importante che Balotelli venga richiamato in Nazionale perchè sta facendo bene: per lui ci sarà un’altra possibilità se lo meriterà tecnicamente“.

Noi siamo la nazione delle polemiche nel post partita, sia senza che con la Var: fa parte della nostra cultura calcistica, del nostro Dna. Anche se tutto fosse perfetto, troveremmo il pretesto per fare qualche polemica. La Var ha migliorato determinate situazioni, anche se con le regole stravolte ogni anno gli arbitri sono in difficoltà“, ha concluso.

 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE