marco ceron

Marco Ceron può tornare a giocare: un anno dopo il terribile infortunio al cranio il cestista di Brescia tornerà in campo

Il 25 novembre 2018 la carriera di Marco Ceron subì un brusco stop. Il cestista originario di Mirano (Venezia) cadde a terra sul parquet, colpito da una gomitata alla testa (involontaria) da Jaiteh. Rimase privo di sensi e venne trasportato in ospedale per un lungo calvario iniziato con un’operazione di 4 ore per la frattura dell’osso temporale e un altro intervento per ridurre la frattura. Otto mesi dopo Ceron è finito nuovamente sotto i ferri, questa volta per farsi applicare una protesi in titanio realizzata con una stampante 3 per proteggere l’osso del cranio fratturato.

Adesso finalmente la parola fine a questa complicata vicenda. Marco Ceron ha ottenuto l’idoneità sportiva da parte del Coni e potrà tornare in campo a giocare. “Una notizia che ci riempie di gioia, sia per quanto riguarda Marco sia per la nostra società che ha sempre sperato che il giocatore potesse tornare in attività – dichiara Graziella Bragaglio, presidente della Leonessa –. Sono certa che la notizia renderà felice tutta l’Italia sportiva. Ringrazio tutti i sanitari che hanno contribuito a questo straordinario risultato: non vediamo l’ora di rivedere Marco in campo a lottare con la maglia della Leonessa insieme ai suoi compagni”.