Granit Xhaka
LaPresse/PA

Granit Xhaka fa chiarezza dopo l’attacco ai tifosi post sostituzione contro il Crystal Palace: il calciatore denuncia le gravi offese ricevute sui social

Momento alquanto complicato quello che Granit Xhaka stra attraversando nell’ultimo periodo. Il centrocampista dell’Arsenal, sostituito contro il Crystal Palace, ha lanciato via la maglia insultando i tifosi in un duro botta e risposta. A mente fredda, Xhaka ha spiegato sui social le ragioni della sua reazione: “dopo aver riflettuto diverso tempo su quello che è successo domenica, vorrei dare a tutti delle spiegazioni. Amo questo club e ho sempre dato il 100% sul campo. La mia sensazione è quella di non essere compreso dai tifosi e i ripetuti insulti che ho ricevuto sui social per le prestazioni delle ultime settimane mi hanno ferito profondamente. La gente mi ha detto cose come ‘Ti spezzeremo le gambe’, ‘Uccido tua moglie’ o ‘Spero che tua figlia prenda il cancro’. Tutto ciò mi ha fatto arrabbiare e il clima avverso che ho percepito allo stadio domenica mi ha fatto raggiungere il punto di ebollizione. In questa situazione, mi sono lasciato trasportare e ho reagito in modo irrispettoso nei confronti dei tifosi che sostengono il club, della squadra e di me stesso. Non era mia intenzione reagire così e mi dispiace che sia arrivato questo alla gente. Il mio desiderio è quello di tornare a un rispetto reciproco, ricordando in primis il nostro amore per il calcio. Andiamo avanti, insieme, in modo positivo”.