sinner

Il tennista azzurro ha raccontato i propri segreti, rivelando di amare Federer e di aver imparato molto da Wawrinka

Lunedì diventerà il più giovane del 2019 nella top-100, ma Jannik Sinner non sorride più di tanto per non essere riuscito a battere Gael Monfils a Vienna, fallendo l’accesso ai quarti di finale.

Roger Federer
AFP/LaPresse

Una battuta d’arresto che non cancella le ottime prestazioni dell’azzurro in queste ultime settimane, nel corso delle quali ha stupito una Nazione intera: “la mia qualità principale è la calma, quando sono in campo cerco di rimanere abbastanza tranquillo e quando sono in allenamento do tutto, come se stessi giocando” le parole di Sinner alla Gazzetta dello Sport. “Così una volta in partita mi viene tutto più facile. Mi piace la sfida e mi piace quando chi sta dal’’altra parte della rete tira veloce. Così mi appoggio e la palla corre di più. Non mi piace chi si abbatte, preferisco chi cerca di tirare fuori qualcosa di buono anche da una sconfitta. Il rivale più forte? Wawrinka, ma è stata un’esperienza che mi è servita molto. Il tennista preferito invece è Federer“.

sinnerI segreti di Sinner sono tanti, così come gli hobbies: “preferisco la televisione al cinema, non mi piace andarci. Il film preferito è Iron Man, anche se non ne guardo molti. Per quanto riguarda la musica, non ho un gruppo o un cantante preferito. Ascolto il pop, ma prima di entrare in campo preferisco il rap o la trap. Mi danno la carica. Cibo? Ho provato la scorsa settimana per la prima volta fish and chip e mi piace tantissimo. Subito dopo nella mia classifica ci sono pizza e sushi. Non mangerei mai gli insetti, ma per fortuna non è così facile trovarne. In campo mangio carote, però non mettetemi troppa verdura nel piatto. Social? Preferisco Instagram, su Facebook ormai ci vanno in pochi. Su Whatsapp invece vado più di nota vocale, il messaggino tradizionale ormai non mi piace più“.