Spalletti - Claudio Grassi/LaPresse

Spalletti non raggiunge l’accordo sulla buonuscita con l’Inter, salta il passaggio al Milan: l’allenatore ha un duro confronto con la società nerazzurra al telefono

Nelle ultime ore in casa Milan c’è stato un vero e proprio ribaltone: via Giampaolo nonostante la vittoria sul Genoa, contattati Spalletti e Pioli. Il primo sembrava il nome caldo, quello preferito da dirigenza e tifoseria, ma la scelta è virata sul secondo. E se Pioli è stato accolto con la speranza di un ‘esonero lampo’ dalla tifoseria, le polemiche non mancano nemmeno sul fronte Spalletti.

L’allenatore di Certaldo aveva detto sì al Milan, ma non è riuscito a risolvere la questione buonuscita con l’Inter. Sotto contratto per altri due anni, Spalletti aveva chiesto 5 milioni per risolvere l’accordo che lo legava ai nerazzurri, cifra relativa ad un anno di stipendio che avrebbe dovuto percepire. L’Inter ha risposto negativamete. ‘La Stampa’ riporta dunque un clamoroso retroscena, riguardante una dura telefonata fra lo stesso Spalletti e la dirigenza nerazzurra: “se date 12 milioni di euro a Conte, me ne dovete dare almeno 5”, sarebbero state le parole del tecnico ex Roma e Zenit. L’Inter è rimasta irremovibile.