Ferrero sampdoria
LaPresse/Alfredo Falcone

Sampdoria sconfitta 2-0 dal Verona, è il sesto ko in sette partite. Massimo Ferrero ragiona sul futuro della squadra e di Eusebio Di Francesco

In sette partite la Sampdoria ha collezionato 6 sconfitte, l’ultima delle quali maturata nel pomeriggio odierno contro il Verona. I blucerchiati sembrano incapaci di invertire il trend negativo iniziato da quest’estate, complice l’addio di Giampaolo e le polemiche sulla cessione della società.

Sulla graticola l’allenatore Eusebio Di Francesco, il possibile capro espiatorio del pessimo inizio di stagione della squadra. Ai microfoni di Sky Sport, il patron della Sampdoria, Massimo Ferrero, ha parlato di una ‘decisione importante’ da prendere nelle prossime ore: “siamo tutti molto dispiaciuti, la situazione è agli occhi di tutti. La esaminerò e poi prenderò una decisione per il bene della Sampdoria, di Di Francesco e di tutti. Se ci saranno delle decisioni le comunicherò. Ora siamo tutti un po’ attoniti, domani parleremo, avremo una riunione e cercheremo una soluzione. La trattativa sulla cessione della società non deve essere un alibi. Il campo è una cosa la trattativa un’altra e non c’entra con i risultati. La Sampdoria si è solo rafforzata, abbiamo acquistato nove giocatori e ne sono andati via due. Credo che nella squadra ci sia ancora un po’ di Giampaolo e un po’ di Di Francesco. Il calcio è strano, se vinciamo una partita, siamo tutti bravi, se ne perdi due non va bene. Bisogna avere un po’ più di tempo. Il calcio è veloce in tutto che ti fa prendere anche decisioni sbagliate“.