LaPresse/Enrico Locci

L’allenatore boemo ha parlato del momento della Roma, lanciando qualche frecciata a Fonseca

Sette giornate di Serie A sono già trascorse, i temi di discussione non mancano e Zdenek Zeman ha deciso di sviscerarli nel corso di un’intervista rilasciata al Messaggero.

LaPresse

L’allenatore boemo è partito dalla Juventus di Sarri, per poi lanciare qualche frecciatina alla Roma: Sarri è stato bravo, mi piace anche se non è più quello di Napoli. Ci vuole tempo, vuole giocare a un tocco e quindi bisogna imparare come muoversi in campo. La Roma? Ho assistito dal vivo la partita contro l’Atalanta e non ho visto un calcio offensivo. L’Ucraina non è l’Italia e Fonseca sta cambiando tanto il sistema di gioco, quando lo ha fatto Di Francesco poi ha perso il posto. Lo paragonavano a me soltanto perché prendeva tanti gol.Totti e De Rossi? Penso che torneranno alla Roma, Francesco ha dovuto dire basta perché era utilizzato solo a scopo pubblicitario. Daniele ha voglia di fare l’allenatore”. Sugli esoneri di questa prima parte di campionato, Zeman ha ammesso: “non è stato giusto esonerare Giampaolo, non gli hanno dato tempo di lavorare. La Sampdoria invece è in una situazione preoccupante. A Di Francesco hanno ceduto i migliori”.