Pioli
Spada/LaPresse

L’allenatore del Milan ha commentato la sconfitta subita all’Olimpico contro la Roma, puntando il dito contro la propria squadra

Un passo indietro rispetto al pareggio con il Lecce, il Milan perde a Roma e fa infuriare Stefano Pioli, deluso dalla prestazione dei propri giocatori nel pomeriggio dell’Olimpico.

Spada/LaPresse

Intervenuto nel post gara ai microfoni di Sky Sport, l’ex Fiorentina non ha usato mezze misure nella sua analisi: “mi aspettavo di più, abbiamo commesso errori troppo importanti per la squadra che siamo soprattutto dopo aver ripreso la partita. L’inerzia stava andando dalla nostra parte, ma non si possono prendere gol così. La Roma non metteva tanta pressione, ma abbiamo sbagliato tanti passaggi facili. C’è da lavorare tanto, rispetto a domenica abbiamo fatto un passo indietro. In mezzo era difficile giocare, per questo dovevamo aprire il gioco ma è inutile parlare solo su di un singolo reparto. C’è da lavorare, perchè con più attenzione si poteva portare la partita sull’equilibrio. Forse abbiamo giocato di più noi ma un errore importante ci ha fatto andare sotto, ci abbiamo provato ma non abbiamo trovato la forza di riprendere il risultato. Non credo sia mancata cattiveria agonistica o l’essere coraggiosi e offensivi, ma abbiamo sbagliato troppe scelte. La Roma era un avversario forte ma dovevamo fare una gara migliore“.

Nicolò Zaniolo
LaPresse/AS Roma/Fabio Rossi

Sulla panchina di Piatek: “la mia idea è far rendere al meglio giocatori ma ho avuto solo 10 giorni di lavoro e dopo una prova positiva con il Lecce ho preferito non cambiare. La stagione è lunga e ci sarà spazio per tutti, ora dobbiamo preparare bene la prossima partita perchè vogliamo tornare a vincere. Ma dobbiamo dimostrarlo sul campo“.