pattinaggio di figura

Da domani gli Internationaux de France con gli azzurri Ghilardi-Ambrosini tra le coppie di artistico e Guignard-Fabbri nella danza, questi ultimi in dubbio fino alla vigilia. Marco prova a stringere i denti dopo l’infortunio al polso destro di un mese fa

Riparte domani da Grenoble, in Francia, lo spettacolo dell’ISU Grand Prix. Agli Internationaux de France, terzo appuntamento della stagione del circuito internazionale, al via anche l’Italia con la coppia di danza formata da Charlene Guignard e Marco Fabbri (Fiamme Azzurre) e quella di artistico composta da Rebecca Ghilardi e Filippo Ambrosini (IceLab). Dopo il sesto posto di Matteo Rizzo (Fiamme Azzurre) la scorsa settimana a Skate America, riparte la corsa della Nazionale azzurra verso nuovi risultati di prestigio.

Attesissimi Guignard-Fabbri, a podio lo scorso anno in entrambe le tappe di Grand Prix disputate e addirittura terzi nella finale di Vancouver per una stagione coronata poi dallo splendido bronzo europeo. Per gli allievi di Barbara Fusar Poli il sogno è anche quest’anno quello di raggiungere l’ultimo atto del circuito internazionale, in programma dal 5 all’8 dicembre al Palavela di Torino. A complicare e di parecchio le cose si è però messo l’infortunio subito circa un mese fa in allenamento da Marco Fabbri, k.o. al polso destro. Un incidente di percorso che ha riempito di difficoltà l’avvicinamento del tandem tricolore a questo prestigioso appuntamento in una stagione che era partita in maniera eccellente dopo la vittoria in settembre al Lombardia Trophy.

Fino a una settimana fa pensavamo di non riuscire a prender parte all’evento perché l’infortunio di Marco non ha consentito di allenarci e alcuni elementi, con il polso in queste condizioni, non sono proprio eseguibili – spiega l’allenatrice Barbara Fusar Poli -. Negli ultimi giorni però siamo riusciti in qualche modo a tornare sul ghiaccio e a modificare i programmi per non mancare all’appuntamento e per inseguire il sogno di una finale in casa. I ragazzi non sono al 100%, è evidente, ma se in questi allenamenti pre gara non ci saranno segnali che ci invitino alla prudenza per non compromettere il prosieguo della stagione, scenderemo sul ghiaccio per centrare l’obiettivo“. Una grande prova di coraggio da parte dei campioni nazionali della danza, intenzionati a non mollare di un centimetro nonostante le difficoltà. Sul loro cammino troveranno gli eccezionali padroni di casa Papadakis-Cizeron e, tra gli altri, i temibili statunitensi Chock-Bates.

Esordio assoluto invece nel circuito di Grand Prix per Rebecca Ghilardi e Filippo Ambrosini (IceLab), vice campioni nazionali tra le coppie di artistico e già quarti in questa stagione allo Shanghai Trophy. Per loro, entrati lo scorso anno nella top ten continentale con il 9° posto agli Europei, l’opportunità di confrontarsi con l’elìte della disciplina. Nel programma corto pattineranno sulle note di “Kiss in the sky” di Jesun Derulo mentre nel libero spazio a “Once upon a time in America” di Ennio Morricone.

Questo il programma di gare:

Venerdì 1 novembre
ore 16.30: rhythm dance
ore 20.10: corto coppie di artistico

Sabato 2 novembre
ore 15.30: free dance
ore 21.10: libero coppie di artistico