giampaolo
Spada/LaPresse

Nel caso in cui l’allenatore rossonero venisse esonerato, sono due i nomi caldi su cui si interrogano i dirigenti del Milan

L’avventura di Marco Giampaolo sulla panchina del Milan sembra arrivata al capolinea, nonostante il successo ottenuto in trasferta contro il Genoa sabato scorso.

spalletti
Claudio Grassi/LaPresse

Il gioco mostrato dalla squadra e la scarsa personalità non convincono Maldini e Boban, che stanno valutando un clamoroso cambio in panchina per ridare verve e spregiudicatezza a Piatek e compagni. I nomi che figurano in cima alla lista dei possibili sostituti sono quelli di Luciano Spalletti e Stefano Pioli, profili che stuzzicano e non poco la società di via Aldo Rossi. Solo sondaggi invece per Garcia e Marcelino, mentre non convincono le piste che conducono a Blanc o Ranieri. Il nome che esalta è senza dubbio quello del tecnico di Certaldo, al momento ancora sotto contratto con l’Inter per altri due anni a 5 milioni di euro a stagione. I nerazzurri non hanno ricevuto alcuna chiamata al momento dal Milan e da Spalletti per intavolare una risoluzione del contratto, che rappresenta comunque uno step successivo all’accordo ancora tutto da trovare tra l’allenatore toscano e il club rossonero.