blengini
Jennifer Lorenzini/LaPresse

Brutta sconfitta per gli azzurri nel match d’esordio alla World Cup contro il Giappone, i nipponici si impongono 3-0 a Fukuoka

Esordio amaro per la Nazionale Maschile nella World Cup. Oggi gli uomini di Gianlorenzo Blengini, a Fukuoka, sono stati sconfitti con un netto 3-0 (25-17, 25-19, 25-21) dal Giappone padrone di casa al termine di una gara nella quale hanno sofferto l’atletismo e il maggiore agonismo dei nipponici, bravi a farsi trovare pronti davanti al proprio pubblico. Nel complesso quella odierna non è stata di certo la migliore Italia che non mai stata in grado di ostacolare e contrastare il gioco del Giappone, basato come da tradizione su delle grandi difese, ma anche da interessanti trame offensive supportate da una buona condizione fisico e atletica.

Da questo punto di vista in evidenza gli attaccanti del Sol Levante Nishida e Ishikawa che oltre ai rispettivi 16 e 19 punti hanno regalato spettacolo. Per questa gara d’esordio Blengini ha scelto Sbertoli in palleggio, Nelli sulla sua diagonale, Piano e Russo coppia di centrali, Lavia e Kooy gli schiacciatori, Balaso libero. Il Giappone è stato schierato con Sekita palleggiatore, Nishida opposto, Yamauchi e Onodera i centrali, Fukuzawa e Ishikawa gli schiacciatori con Yamamoto libero. Per Kooy esordio da titolare dopo la gara del 24 luglio a Civitanova contro la Slovenia quando assistette al match dalla panchina.

CRONACA – Nel primo parziale i padroni di casa sono partiti forte (6-1) riuscendo progressivamente a gestire le fasi di gioco fino nel finale quando, dopo aver fallito un primo set ball, sono poi riusciti a chiudere sul 25-17. Secondo set nel quale gli azzurri sono apparsi ancora in difficoltà contro l’atletismo dei padroni di casa e in pratica mai in grado di organizzare delle controffensive adeguate al gioco organizzato dei nipponici che, come nel primo parziale, dopo aver fallito un primo set ball si sono portati sul 2-0 grazie al 25-19 che ha chiuso la seconda frazione. Terzo set con Candellaro partito titolare al posto di Russo e Italia apparsa in leggera ripresa riuscendo a mantenersi a contatto (21-20, 22-21). Con il passare dei minuti però e proprio nel finale gli uomini di Nakagaichi sono stati bravi a riprendere in mano la situazione chiudendo in proprio favore set e match sul 25-21.

ITALIA-GIAPPONE 0-3 (17-25, 19-25, 21-25) 
ITALIA: Sbertoli 2, Nelli 12, Kooy 12, Lavia 7, Piano 1, Russo 4, Balaso (L). Cavuto 2, Candellaro 3, Antonov, Anzani. Ne: Zoppellari, Pinali, Pesaresi. All. Blengini
GIAPPONE: Fukuzawa 7, Yamauchi 6, Nishida 16, Sekita, Ishikawa 19, Onodera 8, Yamamoto (L). Shimizu 1, Yanagida, Fujii. Ne: Koga (L), Takano, Lee, Takahashi. All: Nakagaichi
Arbitri: Simonovic (SRB), Shaaban (EGY)
Durata set: 29’, 32’, 34’
Italia: a 5 bs 11 mv 7 et 18
Giappone: a 6 bs 13 mv 4 et 16

Gare del 1 ottobre 
Australia – Egitto: 1-3 (22-25, 25-21, 23-25, 18-25)
USA – Argentina: 2-3 (21-25, 18-23, 25-19, 25-21, 12-15)
Russia – Iran: 3-1 (25-21, 25-18, 24-26, 25-22)
Polonia – Tunisia: 3-0 (25-16, 25-23, 25-12)
Brasile – Canada: 3-0 (25-14, 25-22, 25-14)
Giappone-Italia: 3-0 (25-17, 25-19, 25-21)

Il calendario degli azzurri nella World Cup 

Fukuoka (1-6 ottobre) 
1/10 Giappone-Italia 3-0; 2/10 Italia-Stati Uniti (ore 8); 4/10 Argentina-Italia (ore 5.30); 5/10 Tunisia-Italia (ore 8) 6/10 Italia-Polonia (ore 5.30)
Hiroshima (9-11 ottobre) 
9/10 Italia-Egitto (ore 5.30); 10/10 Italia-Australia (ore 8); 11/10 Italia-Russia (ore 8)
Hiroshima (13-15 ottobre)
13/10 Italia-Canada (ore 5.30); 14/10 Italia-Iran (ore 8); 15/10 Italia-Brasile (ore 8)