sala milano
LaPresse/Mourad Balti Touati

Il primo cittadino di Milano ha espresso le proprie perplessità sul progetto di Milan e Inter sul nuovo stadio, chiedendo che San Siro non venga abbattuto

Il consiglio comunale di Milano ha dato il proprio via libera al progetto stadio di Milan e Inter, dando dunque il mandato alla giunta del sindaco Sala di iniziare una trattativa con le due società.

Credits: Twitter @Marifcinter

Sono stati 27 i sì, contro 11 no e diversi astenuti: questo il risultato della votazione di oggi, con cui l’aula ha licenziato questo ordine del giorno. Il progetto del nuovo impianto però è stato sottoposto ad alcune condizioni, che Milan e Inter dovranno risolvere per poter proseguire nel proprio intento. Innanzitutto bisognerà rivedere le volumetrie e, cosa più importante, il Meazza non dovrà essere demolito. Sulla questione si è soffermato anche il sindaco Sala, a margine della seduta del Consiglio comunale: “sono contento del parere favorevole del Consiglio comunale, ma quello che ne ricavo è che il progetto, come è oggi, non è un progetto accettabile. Quindi è da qua che si ricomincia a lavorare a livello di Giunta. I volumi chiesti dalle squadre sono volumi non realistici, sono eccessivi. Noi in sostanza vogliamo seguire la nostra attitudine, che è fatta di apertura a una rigenerazione della città, ma anche di tutela del verde. Penso che uno sforzo per salvaguardare San Siro vada fatto o perlomeno bisogna essere assolutamente certi che non vi sia la possibilità in qualche modo di salvarlo. Salvare San Siro non vuol dire tenere un monumento, ma vuol dire anche farlo funzionare“.