kerr
LaPresse/EFE

Steve Kerr commenta il duro ko dei Golden State Warriors contro i Los Angeles Clippers: l’allenatore 3 volte campione NBA non nasconde i limiti del roster

Esordio stagionale con sconfitta per i Golden State Warriors. La franchigia che ha dominato la lega negli ultimi 5 anni è stata superata dai Clippers di Kawhi Leonard per 122-141. Non è bastato nemmeno il solito Steph Curry ad arginare la furia dei losangelini, apparsi troppo superiori. Del resto gli addii di Kevin Durant, Andre Iguodala e DeMarcus Cousins, nonchè l’infortunio di Klay Thompson, hanno fortemente ridimensionato il roster stellare di GS.

Ne è consapevole Steve Kerr che non nasconde i limiti espressi dalla squadra: “quella di oggi contro i Clippers non è stata una serata storta, questa è la realtà che ci attende in NBA, la normalità per molti. Gli ultimi cinque anni abbiamo avuto la fortuna di vivere in un mondo che in realtà non esiste… Non funzionano così le cose nella Lega. Abbiamo nove giocatori del roster al di sotto dei 23 anni d’età. Stiamo ripartendo da zero