warriors nba
LaPresse/REUTERS

Draymond Green carica i Golden State Warriors in vista della nuova stagione: il leader carismatico della franchigia alza il tiro degli obiettivi anche dopo l’addio di Kevin Durant

L’addio di Kevin Durant sembra aver ridimensionato le ambizioni dei Golden State Warriors. L’infortunio di Klay Thompson, fuori almeno fino all’All-Star Game, non ha di certo migliorato la situazione. Draymond Green però non sembra essersi fatto condizionare dalla negatività che aleggia intorno alla franchigia capace di giocare 5 finali negli ultimi 5 anni, vincendone 3.

Nel corso del media day degli Warrios D-Money ha spiegato: “non so quali siano le aspettative generali. Non ne abbiamo ancora parlato, ma so benissimo quali siano le mie. Nonostante gli anni passino restano sempre le stesse. D’altronde, abbiamo ancora Steph e Klay in squadra, perché non dovremmo ambire alle Finals? Steph, Klay ed io siamo ancora nel nostro prime e abbiamo una mentalità vincente ormai consolidata; se a questo aggiungi nuovi talenti come D’Angelo Russell e Kevon Looney, giovani pronti a dimostrare tutto il loro valore, beh difficile darci per morti”.