LaPresse/Reuters

Brandon Ingram si gode New Orleans e lancia una velata frecciatina ai Lakers: alla nuova stella dei Pelicans non manca l’ambiente Lakers

I Lakers lo hanno scelto con la seconda chiamata al Draft del 2016, mettendolo al centro del loro giovane progetto, con tanto di pesante etichetta di ‘nuovo Kevin Durant’. La franchigia giallo-viola non ci ha pensato però due volte a spedire Brandon Ingram in direzione Pelicans in un pacchetto che ha avuto come contropartita Anthony Davis. Decisione che Ingram, come riportato da USA Today, tutto sommato non rimpiange: “direi che questo è un ambiente migliore, ci sono tante persone genuine. Niente contro i Lakers, che sono un’organizzazione di alta classe, fanno tutto bene ed hanno una buona tifoseria. Ma io preferisco il posto dove sono ora”.