LaPresse

Sfida a distanza fra Giannis Antetokoumpo e James Harden, i principali candidati al titolo MVP della passata regular season: la nuova stagione NBA promette scintille

Giannis Antetokoumpo e James Harden sono due delle stelle più luminose del panorama NBA. Il primo è il leader dei Bucks, franchigia che ha tutte le carte in regola per ripetere la passata stagione, fare la voce grossa ad Est e questa volta puntare, senza intoppi, alle Finals; il secondo è probabilmente il miglior scorer della lega, una macchina da punti sulla quale gli Houston Rockets contano per sfidare le due losangeline ad Ovest.

Nella passata stagione Antetokounmpo e Harden sono stati i principali candidati al premio di MVP, andato al cestista greco nonostante più di un’obiezione da parte dei Rockets. In una recente intervista Antetokoumpo ha risposto spostando la sfida alla stagione appena iniziata: “i Rockets ovviamente sono dalla parte di Harden. Io non direi mai di essere un giocatore migliore di qualcun’altro. Il trofeo però è a casa mia”.

Titolo MVP che però non è coinciso con un grande cammino in postseason. Antetokounmpo fa mea culpa: “non ero ancora pronto. Il mio gioco non era pronto. Perlomeno ho imparato qualcosa. Non ci sono scuse, abbiamo perso quattro partite di fila. Devo cercare di più i miei compagni senza farmi influenzare dai raddoppi. Devo imparare da Kawhi: era sempre calmo, segnava tutti i liberi, se raddoppiato la passava e poi la riceveva nuovamente. Era davvero un uomo in missione”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE