Valentino Rossi
AFP/LaPresse

Valentino Rossi non perde la fiducia dopo la caduta ed il nono posto nelle qualifiche di Buriram: le parole del Dottore in vista del Gp della Thailandia di domani mattina

Sabato complicato per Valentino Rossi sul circuito di Buriram: il Dottore è stato protagonista di una caduta durante le qualifiche del Gp della Thailandia e, dunque, si è dovuto accontentare del nono posto in griglia di partenza per la gara di domani mattina. “E’ un peccato, perché avevo il potenziale per fare meglio, perché il mio ritmo nella FP4 era stato abbastanza buono, quindi potevamo provare a partire tra i primi cinque. Sfortunatamente, con la prima gomma ho fatto un errore, ma quella curva è un po’ critica, perché sono caduti in tanti. Tuttavia, ero un po’ largo ed ho perso l’anteriore. Poi ho preso l’altra moto, ma era un po’ diversa e soprattutto non avevo la stessa gomma. Sicuramente sarà difficile, perché parto dalla terza fila, ma il mio ritmo è abbastanza buono. Quindi speriamo in una gara asciutta e di essere forti“, ha affermato il nove volte campione del mondo dopo le qualifiche.

Valentino Rossi
AFP/LaPresse

In teoria si sorpassa sul rettilineo, ma non è il nostro caso. A noi al massimo ci sorpassano sul rettilineo (ride), quindi non sarà facile. Però nel pezzo guidato sono piuttosto veloce, faccio dei buoni tempi nel T3 e nel T4. Ci sarà una bella lotta, perché ci sono le tre Ducati che sul rettilineo vanno molto forte. Anche Morbidelli più o meno è lì e pure le Suzuki non vanno male. Ci sarà un bel pacchetto, ma al momento i primi tre sono più veloci, quindi se alla partenza è tutto regolare potrebbero anche provare a scappare via. Su questa pista siamo andati bene anche l’anno scorso, ma la questione è che la nostra moto adesso si guida bene e siamo riusciti a migliorare l’accelerazione con l’elettronica, però Honda e Ducati sono ancora superiori come gestione della gomma dietro, quindi riescono ad andare forte sfruttandola un po’ meno. Questo è molto importante per la gara, quindi non è un caso che le Yamaha vadano sempre molto bene in prova e poi in gara è sempre tosta. Dobbiamo ancora lavorare su quello“, ha aggiunto Valentino Rossi che ha preferito la gomma soft all’anteriore: “mi trovo bene con la soft e infatti nella FP4 abbiamo voluto fare 15 o 16 giri per capire se può essere una soluzione per la gara. Ha un buon grip, però domani dovremo decidere, perché in realtà anche la dura va bene. Dipenderà dalla temperatura e dalle condizioni della pista. Però la scelta è aperta“.