valentino rossi
AFP/LaPresse

Valentino Rossi pronto per affrontare un nuovo round: il Gp della Malesia regala sensazioni positive al Dottore

Piloti arrivati a Sepang: è ufficialmente iniziato il weekend di gara del Gp della Malesia. Nonostante una serie di gare negativa, Valentino Rossi arriva in terra malese con un carico di ottimismo e fiducia, dovuti alla buona prestazione dello scorso anno sul circuito di Sepang, seppur rovinata da una amara caduta.

valentino rossi
AFP/LaPresse

Ci sono un sacco di variabili, cose che contano che non sono solo mie, bisogna vedere il livello degli altri, delle altre moto, i giovani piloti che crescono e vanno molto veloce, ma l’anno scorso qui sono andato veloce, sono scivolato quando ero davanti, ma è stata sicuramente la più bella gara della stagione, vediamo da domani se riusciamo ad essere competitivi“, queste le parole del Dottore ai microfoni Sky.

valentino rossi
AFP/LaPresse

E’ vero, è la stagione peggiore, sia come posizione in campionato che come numero di podi e di punti, ma è diverso rispetto agli anni della Ducati, perché ho degli altri problemi. Soffro molto la velocità in rettilineo, perché sono molto lento come velocità di punta. Soffro molto il calo della gomma posteriore, quindi faccio fatica nella seconda parte di gara. Ma il feeling con la moto non è male, quindi va un po’ meglio rispetto alle stagioni più difficili con la Ducati. Mi diverto di più a guidare, ma in futuro bisognerebbe provare ad essere più competitivi“, ha aggiunto il Dottore a Motorsport.

Valentino Rossi
AFP/LaPresse

Se cambiare capotecnico può essere la svolta? E’ una bella domanda. Spero, più che altro (ride). E’ tanto tempo che abbiamo un po’ gli stessi problemi. Alla fine quello che riesci a dare in pista è un po’ l’addizione tra il pilota, la moto e la squadra. Mi sembra che così non siamo abbastanza forti, quindi bisognava cambiare qualcosa. Aspetto di vedere come andrà e sarà per me una nuova esperienza. E’ figo avere anche un capo tecnico della nuova generazione. Se poi sarà la mossa giusta o meno, lo diranno i risultati“.

Valentino Rossi
AFP/LaPresse

Tanto tempo fa, ero ad un bivio: mi ritiro da top, con il rischio di avere ancora voglia, oppure corro fino alla fine, fino a quando ce la faccio. Ho scelto la seconda, sapendo che ci sarebbero stati dei momenti difficili. Però questo è un ragionamento che io avevo già fatto all’inizio della stagione 2018, perché devi comunque firmare per due anni. Però sono contento di farlo. L’anno prossimo correrò e poi durante la stagione deciderò se continuare o meno. Dipenderà molto dai risultati. L’anno prossimo cambieremo qualcosa all’interno del team e già durante i test invernali potremo capire la mia velocità. Poi vedremo“, ha concluso il pilota Yamaha.