Alberto Puig Team Manager Honda
LaPresse/Simone Rosa

Alberto Puig soddisfatto del titolo Mondiale conquistato da Marquez: le parole del team manager Honda dopo il Gp della Thailandia

Marc Marquez ha conquistato in Thailandia il suo ottavo titolo Mondiale: lo spagnolo della Honda, beffando ancora una volta Fabio Quartararo, si è preso la vittoria della gara di Buriram, che gli ha permesso di festeggiare insieme al team la vittoria del titolo iridato 2019.

Una grande gioia per la squadra giapponese: “quest’anno abbiamo un po’ migliorato la moto, ma non possiamo dire di avere un mezzo perfetto. Abbiamo fatto un passo in avanti, e Marc ne ha approfittato. Non so quale sarà il suo limite in futuro, ma Marc vuole sempre imparare e ha l’umiltà di farlo”, le parole di Alberto Puig ad AS.

Vogliamo che rimanga e speriamo che possa essere sempre con noi nel corso della sua carriera sportiva. Lavoriamo per questo. Tutto il team Honda in Giappone e Repsol cercano di essere all’altezza di ciò che si merita, perché è un grande campione. L’obiettivo di quest’anno era cercare di migliorare la potenza. Oggi possiamo dire che la moto abbia diversi inconvenienti, ma non che sia lenta. Rispetto agli altri piloti, Marc si adatta molto bene al nostro mezzo, che in vista dell’anno prossimo stiamo comunque cercando di rendere un po’ meno complicato, meno fisico“, ha aggiunto il team manager Honda a DAZN.

La verità è che ha molti titoli per la sua età, ma Marc ha lavorato duramente ed è un pilota che ogni anno cerca di migliorare. Nel corso di questa stagione penso che l’abbia fatto di nuovo, ha concluso.