valentino rossi
AFP/LaPresse

Il pilota della Yamaha ha commentato la decisione della Race Direction di annullare il programma di lavoro previsto per oggi, Qualifiche comprese

Giornata annullata a Phillip Island, il forte vento ha spinto la Race Direction ad interrompere definitivamente le FP4 di MotoGp e a rinviare le Qualifiche, fissandole per domattina (nella notte italiana).

valentino rossi
AFP/LaPresse

Una scelta condivisa da Valentino Rossi, che ha spiegato come sarebbe stato troppo pericoloso scendere in pista con quelle tremende raffiche di vento: “purtroppo oggi tutti si aspettavano questo forte vento che è arrivato. La pioggia non è arrivata, ma le condizioni erano molto pericolose, perché ci sono delle forti raffiche difficili da comprendere, quindi era una situazione davvero al limite per guidare una MotoGP e non abbiamo potuto fare le qualifiche. La maggior parte dei piloti erano convinti di non girare più. C’era anche qualcuno che avrebbe voluto fare le qualifiche, ma erano molti di più quelli che pensavano fosse pericoloso. Per me è giusto così, perché era veramente pericoloso. Poi quando devi fare le qualifiche e spingere al limite, è tosto se c’è un vento così. Io è tanti anni che corro a Phillip Island, ma così forte non me lo ricordo mai così forte. Domani sarà una giornata più tosta, ma bisognerà vedere se ci saranno le condizioni. Se il vento è normale, si può fare tutto“.