valentino rossi
Costanza Benvenuti - LaPresse

Valentino Rossi sincero in conferenza stampa in Thailandia: dalla stagione incredibile di Marc Marquez all’addio al suo capomeccanico Silvano Galbusera

Il weekend di gara del Gp della Thailandia è finalmente iniziato: i piloti hanno risposto alle domande dei giornalisti nella tradizionale conferenza stampa del giovedì che apre ufficialmente le danze del nuovo appuntamento stagionale. Reduce da una gara difficile ad Aragon, Valentino Rossi è pronto a far bene in terra thailandese: “credo che il grosso problema per noi e per le Yamaha, perchè durante le prove sul giro secco non eravamo male, in gara fosse la gomma. Con la nostra moto abbiamo dovuto usare la dura posteriore, eravamo molto preoccupati per la morbida, ma la dura posteriore ad Aragon è difficile da prevedere e in gara tutte le Yamaha hanno avuto un problema con la posteriore. Per me personalmente è stata una gara dura, ero in difficoltà, già dopo 7 giri ero lento, ma ci riproveremo qui. L’anno scorso è stato un buon weekend, soprattutto sabato e domenica, sono partito dalla prima fila e io e Maverick siamo risuciti ad essere vicini a Marc e Dovi, alla fine non sono salito sul podio purtroppo ma è stato un weekend positivo“, ha affermato il Dottore.

Valentino Rossi
AFP/LaPresse

L’anno scorso siamo arrivati qui e abbiamo cambiato qualcosa nell’assetto della moto e da questa gara in avanti è andata meglio, vedremo quest’anno. Molte volte è lo stesso altre volte arrivi dopo un anno e cambia tutto, dobbiamo aspettare domani e vedere come andrà, anche le previsioni meteo sembrano presagire un weekend difficile, mentre l’anno scorso c’è stato molto caldo per tutto il weekend, tutti speriamo in un weekend ed in una gara asciutta, ma vedremo“, ha aggiunto il nove volte campione del mondo.

valentino rossi galbusera
LaPresse/Alessandro La Rocca

Valentino Rossi ha poi raccontato i motivi che lo hanno spinto a decidere di separarsi da Silvano Galbusera dalla prossima stagione: “l’anno prossimo cambierò il mio capomeccanico, è positivo perchè dopo la gara di Misano abbiamo parlato insieme con Silvano, perchè volevamo provare a fare qualcosa per essere più forti, sono stati vari fattori che ci hanno spinto, insieme, a prendere questa decisione, anche perchè lo stesso Silvano vuole continuare a lavorare per la Yamaha ma vuole provare qualcosa che gli porti un po’ meno di stress e lo costringa a stare un po’ meno giorni lontano dall’Italia, allo stesso tempo la Yamaha vuole cercare di rendere il team test più forte l’anno prossimo per rendere migliore il lavoro in Europa. Non me l’aspettavo, ma abbiamo trovato la migliore soluzione Silvano lavorerà col team test Yamaha e io avrò un nuovo capomeccanico che viene dal nostro team in Moto2, David Munoz Torrez, lui non ha esperienza in MotoGp ma è molto giovane, ha delle belle idee e alla fine siamo tutti contenti, ci proveremo e vedremo se diventeremo più forti. Purtroppo siamo un po’ bloccati e insieme a Silvano e alla Yamaha abbiamo cercato di capire come migliorare, lui è stato il primo nome che mi è venuto in mente, lo conosco bene, seguo il team con molta attenzione, mi piace il modo in cui ha gestito il finale di stagione dello scorso anno con Pecco Bagnaia, quando c’era molta pressione. L’ho chiesto a lui e vedremo come andrà“.

Valentino Rossi
AFP/LaPresse

Dalla platea, poi, è stato chiesto al Dottore se questo cambiamento possa essere legato ad un nuovo contratto con la Yamaha: “non lo so, ho quello dell’anno prossimo e per il futuro dipenderà dai risultati della prossima stagione“, ha risposto Valentino.

Marquez? Sono diversi fattori, credo che sia la sua migliore stagione in MotoGp insieme al 2014 e questo dipende anche dal fatto che già nella prima stagione era molto veloce, ora però è anche nel momento della sua carriera dove pur essendo molto giovane ha molta esperienza, quindi ha raggiunto l’apice, l’altro aspetto è il feeling con la moto, pare che ora abbia vinto tante gare ma è sempre arrivato nei primi due, a parte un’occasione ad Austin, quindi penso che questa sua stagione sia molto vicina alla perfezione“, ha affermato ancora. prima di ammettere “si credo che farò i complimenti a Marquez per la vittoria del campionato quest’anno“.