marc marquez
AFP/LaPresse

Lo spagnolo si è detto felice per la pole position conquistata a Motegi, ma ha ammesso come non sarà facile vincere la gara domani

Pole position numero 90 per Marc Marquez, la prima ottenuta in Giappone, dove fino a questo momento non era mai riuscito a partire davanti a tutti.

Marquez
AFP/LaPresse

Un risultato positivo che tuttavia non lascia affatto tranquillo il campione del mondo, intervenuto nel post qualifiche ai microfoni di Sky Sport MotoGp: “parlando onestamente non la considero una pole al 100%, perchè le condizioni di bagnato nascondono i valori in pista. La Yamaha va sempre forte ormai, specialmente Quartararo e Viñales non mollano nulla. Morbidelli non è andato male , così come Dovizioso che sarà là davanti con noi. Scappare via? Non credo di riuscirci, soprattutto guardando a quanto successo venerdì. E’ molto difficile. Dobbiamo capire bene e fare il nostro 100%, ma finire sul podio sarebbe un grande risultato. Per la vittoria ci saranno Quartararo e Vinales. Dovizioso non so come va, ma questi tre sono i piloti che ne hanno un po’ di più. Dovi è su uno dei suoi circuiti preferiti. Senza dimenticare Morbidelli. E’ andato forte sin dalle Libere 1, le Yamaha sembrano andare molto bene“. Intervenuto in conferenza stampa poi, Marquez ha ammesso: “novantesima in totale, prima in classe regina a Motegi: tutto questo mi rende molto felice ma dobbiamo essere onesti, domani sarà una gara difficile, non siamo nelle migliori condizioni ma siamo pronti a lottare per la vittoria e le proveremo tutte. Sarà cruciale comprendere le temperature, l’umidità e soprattutto le gomme, dovremo cercare di gestirle nel modo migliore”.

alex marquezInfine Marquez ha commentato il salvataggio del fratello Alex in Moto2: “con il salvataggio che ha fatto, mi ha superato. Se io avessi provato a fare una cosa del genere lo scorso anno, mi sarebbe uscita la spalla. L’ho rivisto 50 volte e non mi stanco di vederlo. Queste cose accadono una o due volte nella vita. Si è salvato da un possibile infortunio. Mi sarebbe piaciuto vedere la sua faccia piena di panico in quel momento”.