jorge lorenzo
AFP/LaPresse

Jorge Lorenzo ha solo parole di elogio per Marc Marquez: il commento del maiorchino della Honda alla vigilia del Gp della Thailandia, primo match point di Marc Marquez

Si accendono nella notte italiana i motori sul circuito di Buriram, per le prime prove libere del Gp della Thailandia. Intanto oggi i piloti hanno risposto alle domande dei giornalisti, spiegando con quali sensazioni arrivano al primo appuntamento del tour extra europeo della stagione 2019.

jorge lorenzo
Alessandro La Rocca /LaPresse

Appuntamento importante per la Honda, che si gioca il primo match point con Marc Marquez, dopo una stagione impeccabile, mentre Jorge Lorenzo cerca ancora di trovare la confidenza giusta con la moto. Il maiorchino ha speso oggi belle parole nei confronti del suo compagno di squadra, consapevole della sua stagione quasi perfetta: “mi piacerebbe sicuramente essere al posto di Marquez e riuscire a vincere un altro titolo. C’è sempre una certa pressione, perché ci sono momenti in cui tutto sembra più facile o più complicato di quanto possa essere. Marc ha maggiori probabilità di finire davanti a Dovizioso rispetto al contrario“, ha affermato.

jorge lorenzo
AFP/LaPresse

E’ stata un’esperienza. Puoi vederla negativamente o semplicemente come un’esperienza, ma è stato così. Quello è il passato, ma ora siamo nel presente e dobbiamo pensare al presente. Sono felice per lui, perché è molto vicino alla conquista del suo ottavo titolo. E’ qualcosa di enorme aver vinto così tanti Mondiali. Ma si merita assolutamente quello che sta ottenendo, perché il suo talento, la sua velocità, il lavoro che fa ed i rischi che corre valgono completamente tutto quello che si porta a casa“, ha aggiunto il maiorchino prima di focalizzarsi sul suo lavoro col team:  “abbiamo alcune idee per cambiare la moto in base alla configurazione. Al momento, se parliamo di motore, telaio o elettronica, non abbiamo parti per cambiarla, ma abbiamo alcune idee a livello di configurazione che ci potrebbero aiutare a risolvere i problemi che abbiamo avuto nelle ultime gare. Ci manca grip al posteriore, quindi forse dobbiamo sacrificare un po’ la stabilità dell’anteriore per avere più grip dietro e non perdere così tanto nella seconda parte della gara. Proveremo in questo modo e vedremo quali saranno i risultati“.