jorge lorenzo
AFP/LaPresse

Jorge Lorenzo, l’arrivo di Zarco in Honda e la visita in fabbrica in Giappone: le parole del maiorchino alla vigilia della gara di Motegi

E’ ufficialmente iniziato il weekend di gara del Giappone: i piloti sono tutti arrivati a Motegi dove domani scenderanno in pista per le prime sessioni di prove libere. Occhi puntati su Jorge Lorenzo, ancora a caccia di un buon risultato e soprattutto della confidenza giusta per essere competitivo sulla Honda.

jorge lorenzo
Alessandro La Rocca /LaPresse

Fisicamente sono arrivato un po’ meglio rispetto alla Thailandia e vedremo su questa pista come andrà. Qui, dove non ci sono buche, sono sempre andato bene ed i risultati sono stati sempre positivi. Per quanto riguarda la moto, nei test di Valencia a novembre avevo provato la prima evoluzione della moto 2019 e non è stata negativa. Ma per aumentare ancora la potenza abbiamo perso abbastanza in qualche area ed è stato tardi, perché a quel punto i motori erano già congelati“, ha affermato il maiorchino a Motorsport prima di aprire una parentesi sulla visita fatta in fabbrica alla Honda: “avevamo un evento per visitare la fabbrica e salutare i lavoratori e tutto è andato bene. Erano tutti felici di vederci e mi hanno detto di continuare a lottare. Alcuni sono miei fan e mi hanno detto che sono il pilota migliore“.

jorge lorenzo
AFP/LaPresse

Non poteva mancare un commento sull’ingaggio di Zarco, che sostituirà Nakagami nelle ultime tra gare stagionali: “LCR aveva bisogno di un pilota e Zarco era libero, quindi ha rappresentato una buona opzione. È stata una buona mossa da entrambe le parti, ma non posso dire molto altro. Sicuramente Johann sarà felicissimo di tornare e farà di tutto per andare bene. È un pilota velocissimo, che è spesso stato davanti. Non ha mai vinto una gara, ma ha dimostrato di poter andare forte. Inoltre ha perso quattro gare e forse ha più motivazione di tanti per tornare in pista. Se si trova bene con la moto, può andare molto veloce. Per quanto mi riguarda, non so se sono perso o meno, sicuramente i risultati non sono buoni e non c’è progressione. Inoltre Nakagami e Crutchlow hanno finito davanti a me in quasi tutte le gare e Zarco arriva con tantissima motivazione. Il suo arrivo però è solo una questione tra LCR e Honda”.

jorge lorenzo
AFP/LaPresse

Lorenzo ha poi commentato le recenti affermazioni di Stefan Bradl: “le dichiarazioni vanno sempre prese con le pinze, i tanti media a volte prendono le dichiarazioni dalle fonti e le modificano, quindi non arrivano nel modo in cui sono state dette. Anche nel caso di Puig non vedo cose fuori dal normale, è la sua opinione. Ma non sappiamo esattamente cosa abbia detto, solo quello che c’è scritto che magari non corrisponde esattamente alla realtà”.