lin jarvis
Alessandro La Rocca/LaPresse

Il Managing Director della Yamaha ha commentato il risultato del Gran Premio d’Australia, masticando amaro per la caduta di Viñales nel finale

Non è certamente una bella giornata per la Yamaha, il team di Iwata mastica amaro al termine del Gran Premio di Phillip Island, guidato da Maverick Viñales fino all’ultimo giro, prima del sorpasso di Marquez e della caduta avvenuta a poche curve dal traguardo.

AFP/LaPresse

Una disdetta per Lin Jarvis, che per qualche minuto ha sognato il colpaccio, come ammesso ai microfoni di Sky Sport MotoGp: “Maverick ha provato a vincere la gara, Marquez però aveva qualcosa in più, dunque non possiamo dire nulla al nostro pilota. Alla fine la gomma era finita e quell’highside ci ha fatto male. Il sorpasso sul rettilineo è stato un colpo al cuore, il motore è la nostra debolezza. Manchiamo di potenza, cavalli e velocità: questa è la cosa che dobbiamo migliorare in vista dell’anno prossimo. La Honda ha lavorato molto durante l’inverno, hanno un motore che fa paura. Noi siamo veloci in curva, peccato che non abbiamo visto Quartararo oggi. E’ un fine settimana difficile per noi, anche se qualcosa di positivo c’è, come per esempio la partenza di Valentino Rossi“.