Fabrizio Corradetti/LaPresse

Lazio ko 2-1 contro il Celtic, ma la vera sconfitta è fuori dallo stadio: i tifosi replicano il saluto nazista prima della partita, l’episodio mette in imbarazzo il calcio italiano

L’ombra del razzismo sul match. Un gruppo di tifosi della Lazio è stato filmato mentre facevano il saluto nazista nel centro della città“, un misto di incredulità e disgusto nelle parole con le quali la BBC commmenta la sfida di Europa League fra Celtic e Lazio. Ancora una volta il razzismo, nella sua accezione antisemita, si prende i riflettori sportivi mettendo in secondo piano, o se preferite in cattiva luce, una partita di calcio. Ancor più grave che accada in Europa, nella trasferta della Lazio nello storico Celtic Park.

Fabrizio Corradetti/LaPresse

Questa sera i biancocelesti hanno perso due volte: fuori e dentro lo stadio. Sarà un ossimoro, ma il risultato del campo è l’aspetto che conta meno nella partita. Ve lo raccontiamo per ‘dovere di cronaca’: Manuel Lazzari sblocca la gara segnando il suo primo gol in Europa nel primo tempo, le reti di Christie e Jullien ribaltano la gara a favore del Celtics nella ripresa. La sconfitta più pesante è però quella avvenuta fuori dallo stadio. Un gruppo dei tifosi della Lazio, prima della partita, è stato scortato dalla polizia scozzese mentre si recava verso lo stadio intonando cori razzisi e simulando il saluto romano.

Il gesto, già avvenuto contro il Rennes, era costato la chiusura della curva per una giornata, una pena evidentemente insignificante visto quanto accaduto a Glasgow. Episodio, ripreso da tutti i maggiori quotidiani britannici ed europei, ha messo in forte imbarazzo il calcio italiano: fra cori razzisti durante le partite e il saluto romano fuori e dentro gli stadi, ce la stiamo proprio mettendo tutta per rovinare anche ‘il gioco più bello del mondo‘.