Juventus-Lokomotiv Mosca, Sarri ‘nasconde’ i problemi: “c’era il rischio di innervosirsi, ma abbiamo giocato a 10 all’ora”

Sarri Massimo Paolone/LaPresse

L’allenatore toscano ha parlato al termine della vittoria sulla Lokomotiv, difendendo la prestazione dei propri giocatori

Maurizio Sarri difende la Juventus, anche dopo una prestazione sotto tono come quella fornita contro la Lokomotiv Mosca. L’allenatore bianconero ammette la poca brillantezza dei proprio giocatori, sottolineando però la loro bravura a non perdere la testa senza farsi prendere dall’ansia.

Massimo Paolone/LaPresse

Intervistato ai microfoni di Sky Sport, l’ex Chelsea ha ammesso: “la partita è stata difficile ma siamo stati bravi a non perdere la testa. Abbiamo preso alcuni rischi e sapevamo che alla lunga si poteva non mettere a posto se fossimo andati in ansia. Abbiamo fatto il record di possesso palla e supremazia territoriale, c’era il rischio di innervosirsi ma non è andata così. Higuain? Loro non avevano più gambe e testa per ripartire, era il momento di azzardare. Siamo andati spesso sulla destra perché Dybala tende molto a decentrarsi da quella parte quando gioca sulla trequarti. Abbiamo convogliato spesso il gioco in una direzione. Abbiamo preso gol su una punizione dalla loro metà campo, eravamo coi quattro difensori troppo larghi e abbiamo sbagliato. Non abbiamo sbagliato l’approccio né partita ma eravamo fisicamente meno brillanti delle ultime prestazioni. Siamo stati mono-ritmo, abbiamo iniziato e finito a 10 all’ora ma rientra nella normalità essere stanchi se giochi ogni tre giorni. Dopo il gol subito dovevamo essere più brillanti“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (30826 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery