vettel
Photo4/LaPresse

Sebastian Vettel non ha nascosto il suo disappunto per alcuni dettagli delle celebrazioni post Gp del Messico: bocciati i trofei ‘di merda’ e il fastidioso ragazzo dei selfie

Dopo il secondo posto nel Gp del Messico Sebastian Vettel aveva, evidentemente, poca voglia di fare festa. Il pilota tedesco si è dimostrato piuttosto critico verso alcuni aspetti legati alle celebrazioni della corsa che si è tenuta ieri presso l’autodromo Hermanos Rodriguez. Il ferrarista ha criticato l’intromissione del ragazzo dei selfie e la forma dei trofei, salvando però l’espediente di portare la macchina sul palco: “non mi è piaciuto quando il ragazzo dei selfie ha provato ad entrare nella foto, quindi l’ho respinto. Io comunque non sono un grande appassionato dei selfie. nche portare la macchina sul podio è stato bello. E’ un modo carino per coinvolgere tutto lo stadio e la folla. Mi è piaciuta la maggior parte delle cose, tranne il selfie e i trofei. E’ un peccato. Fai una gara importante, ci hai messo tanto impegno e poi ottieni questi trofei di merda. In futuro si potrebbe pensare a qualcosa di carino, più tradizionale del Messico, perché è un peccato. C’è scritto Heineken dappertutto! Non è necessario avere la stella anche sul trofeo. Ci vuole qualcosa di bello come i trofei che c’erano qui quando la Formula 1 correva in passato“.