lewis hamilton
Photo4/LaPresse

Il pilota britannico ha analizzato in conferenza il prossimo Gran Premio del Messico, dove potrebbe vincere il sesto titolo iridato in carriera

Un fine settimana importante per Lewis Hamilton che, in Messico, potrebbe festeggiare il sesto titolo mondiale della sua carriera. Al britannico basterebbe guadagnare 14 punti sul compagno di squadra Valtteri Bottas per festeggiare, anche se non sarà facile avere la meglio su Ferrari e Red Bull. Il circuito messicano si sposa bene con le caratteristiche delle monoposto rivali, anche se questo non abbatte il driver di Stevenage, pronto comunque alla battaglia.

Hamilton e Bottas
Lapresse

Intervenuto in conferenza stampa, Hamilton ha ammesso: “non penso che sia cambiato molto rispetto al passato, la Ferrari è veloce in rettilineo e qui sono una parte importante del circuito. Non so quando conquisteremo un’altra pole, a meno che non piova e lì cambierebbe tutto. Nelle ultime gare, la qualifica non è fondamentale, l’importante è essere veloci in gara. Questa pista è stata favorevole a Red Bull e Ferrari in passato, noi comunque siamo migliorati e alla fine magari potremmo avere un’opportunità migliore rispetto al passato. Vincere il titolo in Messico? Non ricordo se ho mai battuto Valtteri di 14 punti in questa stagione, dunque credo che non riuscirò a vincere qui. All’inizio dell’anno molte persone ci sottovalutavano, la Ferrari aveva una grande macchina e molti pensavano che noi ci nascondessimo. La sfida più difficile è stata quella di capire le gomme, se guardiamo le qualifiche abbiamo sofferto molto, invece in gara sono stato più continuo. Ho cercato di estrarre la miglior prestazione week-end dopo week-end, devo dire che sono soddisfatto di tutto“.

Hamilton
Photo4/LaPresse

Sui post riguardanti l’ambiente e le critiche successive, Hamilton ha rivelato: “innanzitutto non sono interessato alla Formula E, non pianifico di correrci in futuro. Tante persone hanno criticato il modo in cui utilizzo i miei profili social, ma sono miei e li utilizzo secondo il mio modo di pensare. E’ vero che noi viaggiamo in tutto il mondo e corriamo con le macchine di Formula 1, ma a me i problemi concreti del pianeta mi interessano molto. Non c’è una bacchetta magica per risolvere tutto, è tutta questione di istruzione ed educazione. Io sto cercando di evidenziare dei problemi, se poi la gente sceglierà di informarsi sarà positivo. Il mio sfogo? Sono una persona umana, come tutti ho alti e bassi. Non ho veicolato un messaggio diverso da questo, è difficile capire tramite i social media che anche i vip hanno le proprie difficoltà. In quel momento non provavo le migliori sensazioni, ma ho tante persone eccezionali accanto a me. Ci sono tante cose che stanno cambiando nella mia vita, mi sento molto ottimista alla vigilia di questo week-end. Bisogna sempre cercare di mantenere il sorriso e, in passato, ho dimostrato di saperlo fare.