formula 1
Photo4/LaPresse

Il Consiglio Mondiale della FIA ha ratificato e ufficializzato il calendario 2020 di Formula 1, che prevede ben ventidue Gran Premi

E’ stato ratificato ed ufficializzato il calendario del Campionato Mondiale di Formula 1 del 2020, il Consiglio Mondiale della FIA ha dunque apposto il crisma dell’ufficialità alla bozza pubblicata a fine agosto. Sotto la direzione del presidente della FIA (Jean Todt) e del vicepresidente dello sport della FIA (Graham Stoker) è stato dunque approvato il nuovo calendario che prevede ben ventidue gare, una in più rispetto all’attuale stagione.

AFP/LaPresse

La prima novità riguarda la nuova cancellazione del Gp di Germania. nonché l’introduzione per la prima volta del Gp del Vietnam, che diventerà il 34° paese dove andrà in scena un round del campionato. Il 3 maggio tornerà il Gp d’Olanda sul circuito di Zandvoort, mentre il sipario si alzerà come di consueto a Melbourne, in Australia, il 15 maggio. Per quanto riguarda la chiusura della stagione, questa è fissata per il 29 novembre ad Abu Dhabi. Nella stessa riunione tenutasi oggi, sono stati ridotti i test invernali a due sessioni di tre giorni prima dell’inizio della stagione, da svolgersi sul circuito di Barcellona il primo dal 19 al 21 febbraio e il secondo dal 26 al 28 febbraio. Decise anche alcune gare di qualificazione a griglia inversa, che potrebbero forse essere approvate con un voto elettronico che avverrà successivamente.

Ecco il calendario completo:

22 marzo Bahrain Sakhir
5 aprile Vietnam Hanoi ()
19 aprile Cina Shanghai
3 maggio Olanda Zandvoort (
)
10 maggio Spagna Barcellona
24 maggio Monaco Monaco
7 giugno Azerbaijan Baku
14 giugno Canada Montreal
28 giugno Francia Le Castellet
5 luglio Austria Spielberg
19 luglio Gran Bretagna Silverstone
2 agosto Ungheria Budapest
30 agosto Belgio Spa
6 settembre Italia Monza
20 settembre Singapore Marina Bay
27 settembre Russia Sochi
11 ottobre Giappone Suzuka
25 ottobre Stati Uniti Austin
1 novembre Messico Citta’ del Messico
15 novembre Brasile San Paolo
29 novembre Abu Dhabi Yas Marina (*)

(*) Fatta salva l’omologazione del circuito