vettel
photo4/Lapresse

Il tedesco ha fatto mea culpa per l’errore commesso in partenza, soffermandosi poi sui passi in avanti che la Ferrari dovrà compiere in futuro

L’errore commesso alla partenza ha condizionato la gara di Sebastian Vettel e della Ferrari, costretti a tornare a casa con un secondo posto che non soddisfa appieno, considerando la pole di questa mattina.

vettel
Photo4/LaPresse

Il pilota tedesco ha fatto mea culpa ai microfoni di Sky Sport F1, soffermandosi poi anche sulla crescita del Cavallino: “siamo arrivati qui per vincere e dunque per noi non è stato un gran weekend. Ma ci siamo andati vicini perché stamane avevamo due macchine davanti. Abbiamo perso presto la testa della gara, altrimenti avremmo potuto usare di più la strategia per combattere con la Mercedes, anche se loro oggi erano più veloci sul passo gara. Dobbiamo semplicemente lavorare meglio, stiamo lavorando sodo ma abbiamo ancora del margine di miglioramento, dobbiamo rinforzarci come team. Ci sono stati troppi piccoli dettagli che ci hanno complicato le cose. c’è un trend positivo ma c’è da dire che oggi loro erano più veloci di noi. Ci sono ancora quattro gare alla fine e c’è ancora lavoro da fare per noi, abbiamo gli ingredienti, l’intelligenza e il giusto impegno per migliorare. Ma dobbiamo fare qualcosa di meglio“.