Leclerc
Lapresse

Il monegasco ha commentato la sua gara, soffermandosi sui problemi emersi sulla propria Ferrari durante il Gran Premio

Non è riuscito a capitalizzare al massimo la pole position Charles Leclerc, chiudendo il Gran Premio del Messico in quarta posizione per colpa di una strategia sbagliata.

leclerc
Photo4/LaPresse

Deluso nel post gara il pilota monegasco, che ha fatto anche mea culpa ai microfoni di Sky Sport: “sono stato contento della prima parte, poi abbiamo dovuto fermarci presto per coprire la posizione su Albon. Abbiamo messo le medie e sapevamo di doverci fermare di nuovo. Il secondo stint è andato peggio, mentre il terzo è andato meglio ma i freni si sono surriscaldati e non mi hanno aiutato Non penso che una sosta avrebbe cambiato molto. Ogni volta che arrivato a due secondi da un pilota, le gomme diventavano caldissime. La strategia? Sono io che devo essere più incisivo per far capire alla squadra cosa voglio. Non sono a livello di Seb in questo, visto che lui ha preso la scelta giusta oggi. Nove pole e solo tre vittorie? Deluso lo sono come tutto il team, la macchina in qualifica c’è, ma Lewis e la Mercedes hanno fatto un ottimo lavoro. Si sono fermati presto, ma non pensavamo che sarebbero arrivati alla fine“.