Leclerc
Lapresse

Il pilota monegasco ha parlato a margine di un evento organizzato dalla Shell, esprimendo il proprio punto di vista sulla stagione e sulla battaglia ambientale portata avanti da Hamilton

Fine settimana importante per la Ferrari in Messico, un circuito su cui il Cavallino non riesce a trionfare dal lontano 1990. Un digiuno lungo e pesante, che Vettel e Leclerc hanno intenzione di interrompere già questa domenica, quando i due piloti in rosso contenderanno il successo a Mercedes e Red Bull.

Leclerc
photo4/Lapresse

Ospite ad un evento organizzato dalla Shell in Messico, il monegasco ha rivelato: “questa è una pista speciale per via dell’altitudine, perciò andranno considerate cose diverse a livello di set-up. È un tracciato molto duro anche per la macchina e l’affidabilità sarà importante. Ma in generale ha caratteristiche buone per noi, ad esempio i lunghi rettilinei. Il nostro motore sembra lavorare piuttosto bene sia sui rettifili che in curva, così come sulle velocità di punta. Vedremo come andrà, ma sono piuttosto ottimista. Sono sempre stato molto severo con me stesso, non voglio nascondere i miei errori. Ogni volta che ne commetto uno, lo riconosco. Per me è la maniera migliore per superarli. Sebbene vorrei tornare indietro e cambiare qualcosa, non penso che cancellerei gli errori, perché sono sempre un’occasione per imparare. La continuità sarà molto importante l’anno prossimo, specie se avremo una vettura in grado di lottare per il titolo”.

Lapresse

Leclerc si è poi soffermato sulla battaglia ambientale portata avanti da Hamilton: “non sono vegano, ma chiaramente sto prestando attenzione a questo tipo di argomenti e ciò che potrò fare per aiutare il pianeta lo farò. Ma voglio comunque essere al 100% a livello fisico e sto seguendo dei programmi specifici. Mi piace la carne ma sto provando anche a percorrere altre strade. Penso che Lewis sia un ottimo esempio di come diventare vegani. Ma al momento i piloti hanno opinioni diverse sul tema, io sto solo cercando di seguire la via migliore e che mi faccia stare meglio. Biocarburanti? Sono molto interessato a questi temi e credo che la Formula 1 debba muoversi in questa direzione”.