Formula 1, Hamilton punge Bottas e pensa… ai delfini: “voglio andare dove li massacrano”

lewis hamilton photo4/Lapresse

Il pilota britannico ha prima analizzato la prima giornata di libere a Suzuka, rivelando poi di voler andare domani in un luogo noto per il massacro dei delfini

Lewis Hamilton può chiudere con un sorriso la prima giornata di prove libere a Suzuka, pur avendo chiuso le FP2 alle spalle di Valtteri Bottas.

Hamilton

Photo4/LaPresse

Una piccola macchia che potrebbe costargli cara nel caso in cui venissero cancellate le Qualifiche slittate a domenica mattina, visto che la griglia di partenza verrà definita seguendo il risultato delle seconde libere. Interrogato da Motorsport.com al termine della giornata, Hamilton ha sottolineato: “su questa pista c’è sempre modo di migliorare, perché identifichi aree in cui avverti che si può far meglio. Non posso dire che sia uno dei circuiti in cui ho dato il meglio, ma ci sono sempre aree in cui è possibile migliorare, oggi Valtteri ha avuto un’ottima scia quando ha ottenuto il suo giro veloce, che gli è valsa mezzo secondo, ma qui non è semplice gestire una scia. Nel primo settore è meglio avere aria pulita, ma se la trovi nel rettilineo il vantaggio è notevole. È sempre una bella sorpresa guidare su questa pista, siamo andate bene soprattutto nel primo settore, e abbiamo completato il programma che avevamo pianificato. Valtteri ha confermato un buon ritmo, ed in generale è stata una buona giornata”.

Hamilton

Photo4/LaPresse

Sulle sensazioni in pista, Hamilton ha ammesso: “possiamo dire che è stato un venerdì molto migliore del solito! Normalmente abbiamo a disposizione solo due set di pneumatici per sessione, mentre oggi ne abbiamo potuti utilizzare di più, ed è stata un’opportunità di lavoro interessante. Forse sarebbe meglio avere a disposizione più gomme, diciamo tre set per ciascuna delle sessioni di prove libere, sarebbe solo meglio per chi deve girare e meglio anche per i fan, visto che a volte attendiamo 20 minuti ai box prima di uscire proprio a causa dei ‘run’ a gomma nuova limitati. Cosa farò domani? Non so. C’è una località a tre ore di distanza chiamata ‘La Grotta’ dove stanno massacrando molti delfini. Se riesco vorrei andarci, per attirare l’attenzione su quanto viene fatto in quel posto, ma non so quanto ci si può mettere per arrivarci considerate le condizioni meteo che ci saranno. Non è il miglior esempio della cultura giapponese, ma per il resto è un paese bellissimo.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (30965 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery