ross brawn
LaPresse/Photo4

Il boss della Formula 1 ha messo in chiaro come i week-end di gara rimarranno su tre giorni, dunque niente Qualifiche e Gran Premio nello stesso giorno come accaduto a Suzuka

Il fine settimana di Suzuka ha riacceso il dibattito sui week-end di gara, dividendo il paddock tra favorevoli e contrari allo svolgimento di Qualifiche e Gara nello stesso giorno, ovvero la domenica.

suzukaMolti sono stati i piloti che in Giappone hanno accolto questo format, resosi necessario per il tifone Hagibis, che ha obbligato gli organizzatori a cancellare l’attività in pista nella giornata di sabato. Pareri favorevoli che non hanno trovato il placet di Ross Brawn, che ha ammesso: “a Suzuka abbiamo assistito a una super domenica e quello, naturalmente, ha riaperto il dibattito riguardo la formula dei weekend di F1. Questo è un aspetto del motorsport su cui ci siamo concentrati in dettaglio mentre lavoriamo sulle regole che delineeranno la F1 dei prossimi anni e abbiamo preso in considerazione le parole e le richieste di tutte le figure chiave: dai piloti ai team, ma anche i fan. C’è stato un forte consenso, soprattutto tra gli organizzatori, per mantenere un formato di 3 giorni in pista, sebbene con un calendario differente. E’ vero che un giorno come la domenica a Suzuka offre un grande spettacolo in poche ore, ma limiterebbe le gare delle serie minori nelle giornate precedenti. Dopo un’attenta analisi abbiamo concluso che la soluzione migliore è quella di mantenere l’evento su tre giorni, rivedendo il formato del venerdì ma lasciando intatto il resto, dunque con le Qualifiche al sabato e la gara alla domenica“.