Formula 1, definito il nuovo Regolamento 2021: ecco tutte le novità che verranno ufficializzate a fine ottobre

formula 1 Photo4/LaPresse

La Ferrari mantiene il diritto di veto, ma con alcune modifiche sostanziali, mentre viene bocciata la Mini Race per definire la griglia di partenza

Il futuro è adesso, Fia e Liberty Media hanno definitivamente stilato il regolamento 2021, incassando il largo favore delle scuderie di Formula 1, ultimo ostacolo per la ratifica conclusiva. Per questo motivo, il prossimo 31 ottobre, verranno rese note tutte le novità che entreranno in vigore tra due anni, una volta concluso il Patto della Concordia. Eccole nel dettaglio:

Mini Race: le Qualifiche rimarranno con le stesse modalità utilizzate fino ad oggi, niente mini corsa per definire la griglia di partenza. Ross Brawn avrebbe voluto sperimentarla in tre Gran Premi del 2020, ma alcuni team si sono opposti, facendo sì che questa soluzione non venisse approvata.

Budget Cap: All’interno del nuovo regolamento verrà stabilito un tetto per le spese, che ammonterà a 175 milioni di dollari. Da questo verranno escluse alcune spese, come per esempio quelle relative ai viaggi o al marketing.

Effetto scia: Centrato anche questo obiettivo, con monoposto che dovranno ridurre l’impatto negativo dell’effetto scia che limita i sorpassi e rovina le gomme. Sarà limitata invece la standardizzazione contro cui si è battuta la Ferrari, facendo riferimento solo ad alcuni elementi della monoposto, come per esempio mozzi e dadi.

Ripartizione del denaro: E’ stata approvata anche una nuova suddivisione delle risorse, con l’unico scopo di avvicinare i grandi team alle piccole scuderie. I primi tre perderanno un 15% che verrà ripartito dalle squadre che si piazzeranno dal quarto al sesto posto nella classifica Costruttori, mentre dal settimo al decimo i ricavi rimarranno pressoché simili.

Veto Ferrari: Il team di Maranello è riuscito a mantenere questo privilegio, dovuto al fatto di essere l’unica scuderia presente dal 1950. Sono state apportate però alcune modifiche, come per esempio quella che, in caso di controversia, la Ferrari possa rivolgersi solo alla Corte d’Appello Fia e non più alla magistratura ordinaria. Riformulato anche l’ambito di applicazione di questo diritto, che riguarda: i cambiamenti regolamentari relativi alle Power Unit, il Dna della F.1 e le regole finanziarie.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (30822 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery