Formula 1, Gran Premio del Giappone terminato con un giro d’anticipo: la FIA brancola nel buio

masi photo4/Lapresse

Non sono state ancora appurate le cause che hanno portato all’esposizione della bandiera a scacchi luminosa al giro numero 52 dei 53 previsti per il Gp del Giappone

La Federazione Internazionale continua a non chiarire il mistero avvenuto al termine del Gran Premio del Giappone, concluso da regolamento con un giro d’anticipo dopo l’esposizione errata della bandiera a scacchi luminosa.

photo4/Lapresse

Il pannello posizionato accanto ai semafori, introdotto all’inizio di questo Mondiale per evitare che venisse sventolata al momento sbagliato la bandiera, è stato azionato erroneamente, facendo così terminare la corsa con un giro di anticipo. Le indagini avviate dalla FIA non hanno ancora individuato un responsabile, come ammesso da Michael Masi: “da quanto abbiamo potuto vedere, è stato un errore del sistema. E’ qualcosa su cui dobbiamo investigare. Non sto facendo ipotesi su cosa sia o non sia stato. E’ stato certamente un errore del sistema. Dovremo capire esattamente cosa sia successo, ricostruire tutto e partire da quello. E’ stato un caso sfortunato, sono il primo a dirlo. Siamo orgogliosi di fare le cose perfettamente, ma è una di quelle situazioni mai successe prima legate alla bandiera a scacchi. Ora non dobbiamo fare altro che indagare sul perché sia potuto accadere tutto ciò“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (30992 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery