horner verstappen marko
Photo4/LaPresse

Il team principal della Red Bull ha difeso il proprio pilota, sottolineando come sia stato spinto fuori alla prima curva in Messico da Hamilton

Max Verstappen è finito sotto i riflettori in Messico per una serie di situazioni alquanto particolari, partendo dal comportamento tenuto in qualifica fino alla caotica partenza della gara.

Verstappen
Lapresse

Molti si sono scagliati contro l’olandese, ma non Chris Horner, che ha provato a difendere il proprio pilota dalle accuse di stampa e colleghi: “Max ha perso tempo con le Ferrari, era davanti ad Hamilton ma ha dovuto frenare in anticipo, il che ha permesso a Lewis di avvicinarsi e cercare il sorpasso all’esterno. Lewis ha poi avuto un po’ di servosterzo ed entrambi sono finiti sull’erba. È stata una manovra dura. I commissari hanno deciso che non era necessaria alcuna indagine sul contatto alla prima curva, che ha causato la perdita di posizioni ad entrambi i piloti. Il contatto con Bottas? Max è stato tagliato fuori dalla curva dall’ala anteriore di Valtteri. È stato solo sfortunato. Alcuni giorni possono andare a tuo favore, altri contro. Avrebbe potuto provare a vincere la gara, data la velocità che avevamo”.