Formula 1, l’ammissione di Hamilton: “Senna il mio pilota preferito, mi sarebbe piaciuto averlo come compagno”

LaPresse/Photo4

Il pilota britannico ha rivelato di avere ancora oggi come pilota preferito Ayrton Senna, sottolineando come gli sarebbe piaciuto lavorare con lui nello stesso team

Lewis Hamilton non ha mai fatto mistero di stimare esageratamente Ayrton Senna, suo pilota preferito da quando ha iniziato da piccolino a seguire la Formula 1.

LaPresse/PA

Un esempio da cui imparare, un driver completo e veloce con cui il campione del mondo della Mercedes avrebbe voluto lavorare nello stesso team, rubandogli i segreti del mestiere. Interrogato sulla questione, il britannico ha espresso le proprie sensazioni: “ancora oggi Senna è il mio pilota preferito, sarebbe il compagno di squadra con cui mi piacerebbe lavorare. Correndo nella stessa squadra puoi imparare molto e puoi davvero confrontarti con una persona, perché hai lo stesso materiale. Mi sarebbe piaciuto correre alla fine degli anni ’80 o all’inizio degli anni ’90. Mi piacevano quelle macchine con pneumatici larghi, telaio molto basso, il cambio manuale. E i motori V10 e V12 suonavano alla grande”.

LaPresse/PA

Hamilton poi ha ripercorso la sua carriera, ringraziando le persone che lo hanno aiutato ad emergere: “ci sono state molte persone coinvolte nella mia carriera, forse il primo e il più importante è stato mio padre, ovvero il punto di riferimento dall’inizio. Poi ho avuto Ron Dennis, che mi ha supportato quando ero giovane. Se non fosse stato per lui non avrei avuto la possibilità di essere in Formula 1. In più il mio medico Aki Hintsa, che è morto un paio di anni fa. Non c’è modo di riuscire da soli. È tutto un lavoro di squadra. Si tratta di circondarsi di persone fantastiche e provare a collaborare con loro, sfruttare il loro supporto e rispondere con buoni risultati”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (30825 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery