Hamilton
Photo4/LaPresse

Il pilota della Mercedes ha provato a spiegare la situazione venutasi a creare tra Vettel e Leclerc, esprimendo il proprio punto di vista

Lewis Hamilton appare molto incuriosito dalla situazione venutasi a creare in Ferrari tra Leclerc e Vettel, giunti ai ferri corti dopo un avvio di campionato alquanto tranquillo.

vettel
Photo4/LaPresse

Binotto fatica a tenere a bada i due piloti, protagonisti anche a Sochi di un siparietto tutt’altro che edificante nei primi giri del Gran Premio. Sulla questione è intervenuto proprio il britannico della Mercedes, che ha espresso il proprio punto di vista: “è una dinamica interessante, perché ovviamente Seb era il numero e ora chiaramente non lo è più. Da fuori sembra che stanno cercando di fare in modo che lo diventi Charles. E’ buono per la squadra? Non penso. Ma avere un numero uno è la filosofia che hanno da sempre. La partenza di Sochi? Capisco questo tipo di strategia, ma penso che Charles abbia detto: ‘Ti lascio prendere la scia’, poi non si è mosso per difendersi, cosa che invece avrebbe dovuto fare. Non puoi arrenderti e poi rivolere la posizione. Io non la restituirei. Non so cosa provi Seb, non ho mai avuto una squadra che spinge così pesantemente dall’altra parte. Quando ero con Alonso, ovviamente ero il numero uno, ma poi a metà stagione le cose sono cambiate, ma solo per metterci sullo stesso piano. Quindi quella dinamica è diversa. Ci sono piloti che hanno sempre voluto avere lo status di numero uno, perché per loro è più facile così. A me invece piace guadagnarmelo. Partire alla pari, in maniera tale che ognuno possa dimostrare chi è il numero uno in ogni fine settimana“.