Inter, retroscena Nainggolan: “Conte era ‘malato’ per me, mi voleva a tutti i costi. La società però…”

Ph: Dazn

Radja Nainggolan svela un retroscena di mercato in merito al suo addio all’Inter: il centrocampista belga racconta di essere stato scaricato dalla società nonostante l’apprezzamento di Conte

La cessione in prestito di Radja Nainggolan dall’Inter al Cagliari è stata una delle trattative più chiacchierate del calciomercato estivo. Il centrocampista belga, a Milano da appena un anno, è stato scaricato senza mezzi termini, ritrovandosi fuori dal progetto societario ancor prima di fare la conoscenza del nuovo allenatore Antonio Conte.

LaPresse/Alessandro Tocco

A tal proposito, Nainggolan ha svelato un particolare retroscena nel corso della seconda puntata di ‘Linea Diletta’, formatta di interviste condotto da Diletta Leotta su DAZN. Il ‘Ninja’ ha parlato dell’interesse di Antonio Conte nei suoi confronti, ma anche dell’inamovibile posizione presa dalla società nerazzurra, provando anche a staccarsi l’etichetta di bad boy: “scrivono che io ero uno spacca spogliatoio all’Inter?! Ma io non ho mai avuto problemi con nessuno! A chiunque chiedi, ti dirà ‘questo è un grande’. Io non ho mai creato problemi, io credo nell’amicizia dentro lo sport. Non sono mai stato da solo in vita mai: sento ancora compagni di 10-15 anni fa. Poi, che uno fa fuori dal campo fa un passo sbagliato, è un altro discorso, ma il rispetto dei compagni è una cosa a cui tengo tantissimo. Però quando ti descrivono così, poi ci vivi con quell’etichetta che è difficile levarsi. […] Marotta non mi ha mai rivolto la parola. A fine giugno mi chiamano e mi dicono che avevano fatto altre scelte. Io mi sono allenato bene in ritiro per convincere l’allenatore, ma lui ha dato retta alla società, giustamente. Mi sarebbe piaciuto essere allenato da Antonio Conte: in un solo mese ho visto tutta la sua determinazione e il suo essere diretto. Un giorno mi ha chiamato da parte, mi ha spiegato come fosse ‘malato’ per me, come mi volesse al Chelsea a tutti i costi. Ma è stato chiaro fin dal principio: lui ha detto che rispettava la decisione della società e ho apprezzato la sua schiettezza”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Mirko Spadaro (17961 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery