nainggolan
LaPresse/Alessandro Tocco

Il centrocampista del Cagliari ha parlato della scelta di tornare al Cagliari, presa per permettere alla moglie di guarire con serenità

Gli errori e gli eccessi sono alle spalle, Radja Nainggolan sembra aver messo definitivamente la testa a posto, compiendo quel passo in avanti che tutti si aspettavano da lui.

Messo alla porta dall’Inter, il belga ha scelto di tornare a Cagliari, una decisione presa anche per far felice la moglie Claudia, alle prese con una brutta malattia che sta affrontando a testa altissima. Il Ninja si è raccontato ai microfoni di Sportweek, rilasciando un’intervista che verrà pubblicata domani: “all’Inter, all’inizio sono stato fischiato perché parlavo di Roma e della Roma, che è stata casa mia. Ma io non sono uno di quelli che bacia la maglia della squadra dove è appena arrivato. La malattia di mia moglie? Sono tornato a Cagliari anche per lei: qui è nata, ha la famiglia e gli amici. Qui, per lei è più facile combattere. Serate, discoteche, alcol? Se voglio, io posso rinunciare a tutto. Ma non sarei me stesso“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE