berrettini
Lapresse

Matteo Berrettini non nasconde la delusione per la sconfitta di ieri contro Tsonga al torneo ATP di Parigi-Bercy: le parole dell’azzurro dopo il ko

Sconfitta pesante e deludente quella di ieri per Matteo Berrettini al torneo ATP di Parigi-Bercy: il tennista italiano ha ceduto al rivale Tsonga, senza riuscire mai ad entrare in partita e vedendo così allontanarsi la possibilità di entrare alle ATP Finals.

Berrettini
AFP/LaPresse

“Sono molto stanco e deluso per come è andata la partita, ma se mi guardo indietro e mi fermo a pensare ho la pelle d’oca per quello che ho fatto in questa stagione. Sapere di essere il primo italiano dal 1978 a terminare la stagione nella top 10 mi riempie d’orgoglio. Nemmeno due mesi fa era un sogno lottare per questi traguardi. Purtroppo il tennis è uno sport che ti spinge sempre a spingere più in alto l’asticella e a non guardarti mai indietro. Sono però umano e devo perdonarmi per quello che ho fatto meno bene e darmi una pacca sulla spacca per quanto di buono sono riuscito a fare”, questo il commento a fine partita di Berrettini.