eto'o
Lapresse/AFP

L’ex attaccante di Inter e Barcellona ha parlato alla vigilia della sfida tra le sue due vecchie squadre, che si affronteranno al Camp Nou domani sera

Domani sera si affronteranno al Camp Nou nella seconda giornata dei gironi di Champions League, dando vita ad una sfida che promette già spettacolo. Chi conosce bene sia Barcellona che Inter è Samuel Eto’o, unico giocatore a vincere campionato, coppa nazionale e Champions League con due squadre diverse in due stagioni consecutive.

Mourinho
AFP/LaPresse

La Gazzetta dello Sport lo ha intervistato per presentare la partita, una lunga chiacchierata nel corso della quale il camerunese ha rivelato anche qualche aneddoto: “il punto d’onore della mia carriera è al 50% all’Inter e al 50% al Barcellona, ma il meglio l’ho vissuto al Maiorca. Con i catalani ho avuto la possibilità di vivere una vetrina che mi ha permesso di far sognare milioni di ragazzi africani. In nerazzurro è arrivata la conferma. C’era gente che mi diceva che le persone di colore hanno problemi in Italia, ma è meno che in altri posti. Mourinho? A volte fa bene fermarsi un attimo. Ha allenato per vent’anni, ora mi piacerebbe vederlo al Barcellona o al Camerun, ma sono felice che si sta rilassando. Non vada oltre la prossima stagione però. Ricordo quando nel 2010 dopo la Coppa d’Africa mi tenne fuori per quattro partite, mi disse ‘Sei il mio giocatore migliore ma la squadra sta andando bene anche senza di te’. Mi ha fatto capire che la stella di una squadra è il gruppo“.

Messi
AFP/LaPresse

Sull’Inter di adesso, Eto’o ha espresso il proprio punto di vista: “ho visto il derby e ho notato che il club sta investendo tanto. Sogno di festeggiare a San Siro la prossima Champions League vinta dall’Inter: sento l’energia giusta per sognare in grande. Conte non perde mai di vista la vittoria finale, ce ne sono pochi così. Lukaku farà tanti gol. Il Barcellona? Le cose vanno male perché Messi ha giocato poco. Spero non ci sia contro l’Inter, perché se sarà in campo la partita non sarà mai 50-50″.