Marco Alpozzi/LaPresse

Il pilota spagnolo ha replicato duramente al CEO della Ducati che lo aveva accusato via social per il suo passaggio in Honda

Non avrebbe voluto rispondere alle accuse, ma Alvaro Bautista non è riuscito a trattenersi nel week-end di Magny Cours. Attaccato da Claudio Domenicali per il suo passaggio alla Honda, lo spagnolo ha replicato duramente al CEO Ducati in conferenza stampa, ironizzando sui motivi del trasferimento.

claudio domenicali
LaPresse/Massimo Paolone

Incalzato dai giornalisti, Bau ha ammesso: “ho deciso di andare in Honda perché sono stupido e pazzo. Sono contento della mia squadra, mi sento veramente bene, ho sempre cercato di dare il meglio e con Honda farò lo stesso. È difficile spiegare senza dare fastidio a nessuno, ma la mia decisione non ha a che fare con i soldi. Devi mettere tutto sulla bilancia e capire cosa è meglio per te. Rimango comunque un pilota Ducati fino a fine anno per cui dovrete attendere per i dettagli. La nuova CBR per ora l’ho vista solo in foto su internet, ma penso fossero foto false! In ogni caso ho già avuto l’ok da Ducati per provarla quando sarà pronta”.