Save The Duck è la prima azienda fashion in Italia a diventare B Corp

ALESSANDRO_LEVATI

Save The Duck, il marchio di piumini 100% animal free, è la prima azienda fashion in Italia ad ottenere la certificazione riservata ai best performer a livello sociale e ambientale. A rilasciarla: l’ente no profit statunitense B Lab

Save The Duck, il primo marchio di piumini 100% animal free, è la prima azienda fashion in Italia ad ottenere la certificazione B Corp, che distingue le aziende che volontariamente rispettano i più alti standard di responsabilità e trasparenza in ambito sociale e ambientale. L’azienda, che ha fatto della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente e degli animali il proprio marchio di fabbrica, ha superato un rigoroso processo di certificazione aggiudicandosi un punteggio pari a 95. Essere una B Corp, ossia una benefit corporation, significa dare lo stesso peso agli obiettivi economicofinanziari e agli obiettivi di impatto sociale e ambientale. In tutto sono oltre 2.600 le aziende a livello mondo a perseguire tale approccio. Nella sola Europa sono in 500. Poche, pochissime, rispetto al totale. Ma il segnale è forte perché rappresenta un vero cambio di paradigma rispetto al modello di business tradizionale focalizzato sul solo profitto.

B CORP AI RAGGI X — L’iter per diventare una B Corp è molto rigoroso. Le macro-aree passate al setaccio sono 5: governance, risorse umane, comunità, ambiente e clienti. E per ciascuna di esse l’azienda è chiamata a fornire documentazioni dettagliate in grado di attestare quanto dichiarato. Si tratta di 231 domande in tutto. Solo chi supera il punteggio complessivo minimo di 80 può essere certificato. L’ultimo passaggio è acquisire entro due anni dal conseguimento della certificazione la forma giuridica di società benefit. Cambiando anche il proprio statuto sociale e impegnandosi a perseguire le migliori pratiche per il beneficio comune. Ma Save The Duck su questo punto si era già portata avanti diventando società benefit già nel maggio 2019.

Siamo estremamente felici e orgogliosi di avere ottenuto la certificazione B Corp con un punteggio così alto“, dichiara Nicolas Bargi, amministratore delegato di Save the Duck, marchio che lui stesso ha ideato nel 2011 partendo dalle proprie convinzioni etiche. E aggiunge: “Fin dall’inizio ci siamo distinti per la nostra attenzione all’ambiente e alla società. Questa certificazione rappresenta uno stimolo ulteriore per continuare a crescere e migliorare sempre di più“. Mentre Nathan Gilbert, direttore esecutivo di B Lab Europe, afferma: “Siamo lieti di dare il benvenuto a Save The Duck nella comunità delle B Corp, a cui fanno capo le aziende che si impegnano a cambiare il modo di fare business impattando in modo positivo anche sulla società. Sappiamo che Save The Duck sarà un partner fantastico. Il loro impegno a fare business in modo innovativo sarà un’ispirazione per tutti e ci aiuterà davvero a diffondere l’idea che il business si può orientare tanto al bene delle persone e del pianeta quanto a quello del profitto”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Rita Caridi (35854 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery