Alessia Orro
Credits: Instagram @Alessiaorro8

Arrestato lo stalker che negli ultimi mesi aveva perseguitato Alessia Orro, pallavolista della Unet Yamamay e della Nazionale: l’uomo è finito in manette dopo la denuncia della ragazza

Nelle ltime ore l’incubo di Alessia Orro è finalmente terminato. La pallavolista, da diversi mesi a questa parte, era perseguitata da uno stalker che la tormentava via social ed anche nella vita reale, ossessionato dall’idea di farla divenatare la sua fidanzata.

Mirko

Dallo scorso gennaio, Angelo Persico, un professionista novarese di 52 anni stando alle informazioni che riporta il Corriere, inviava continui messaggi social alla pallavolista, contenenti cuori, dichiarazioni deliranti, oscenità e minacce. Bannato sui social, nonostante tornasse sempre alla carica con altri profili, l’uomo ha anche pedinato Alessia Orro dal vivo presentandosi negli stessi hotel della Nazionale e della Unet Yamamay, regalandole fiori e proponendole inviti a cena con lo scopo di arrivare ad un incontro sessuale.

Persico ha anche acquistato un abbonamento vip che gli consentiva di accedere ad aree riservate e a momenti di incontro con le giocatrici della Unet Yamamay, al fine di avvicinare la pallavolista. Convinta dalle compagne di squadra, Alessia Orro ha presentato denuncia al commisariato di Busto Arsizio e dalle indagini degli investigatori è emerso che: “in due precedenti occasioni l’uomo si era reso protagonista di analoghi atti persecutori nei confronti di due donne e che in una occasione, trovato in possesso di due coltelli, era stato arrestato e condotto in carcere“. L’uomo è stato arrestato a Malpensa appena sbarcato da un volo proveniente da Olbia dove aveva pedinato l’atleta impegnata in un’amicevole.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE:

>> Per iOS

>> Per Android